Comunicati Stampa

F2i Sgr e Asterion Industrial Partners completano l’acquisizione di Sorgenia

F2i Sgr e Asterion Industrial Partners completano l’acquisizione di Sorgenia
Nasce un operatore integrato nelle tecnologie per la transizione energetica (gas e rinnovabili),leader di mercato nei canali digitali

Milano, 6 Ottobre 2020 – F2i sgr, principale Fondo Infrastrutturale italiano, affiancato dalla società di gestione di investimenti Asterion Industrial Partners, ha perfezionato l’acquisizione di Sorgenia. Nasce così un operatore integrato nelle tecnologie per la transizione energetica, forte di una capacità installata di circa 4.800 Megawatt.

Nell’ambito dell’operazione F2i conferirà in Sorgenia, produttore di energia a gas da ciclo combinato ad alta efficienza, i propri impianti eolici (per 282 Megawatt di capacità installata) e la società San Marco Bioenergie, il principale operatore italiano nella produzione di energia elettrica da biomasse vegetali con 68 Megawatt installati.

Il nuovo Gruppo Sorgenia sarà protagonista della transizione energetica italiana grazie alla sua dotazione impiantistica costituita da moderne centrali alimentate a gas e da impianti a fonti rinnovabili. Sorgenia continuerà a svolgere il ruolo fondamentale di fornitore di servizi per la stabilità del sistema elettrico, favorendo così la crescita del contributo delle fonti rinnovabili alla copertura dei consumi nazionali. Il nuovo gruppo sarà anche impegnato nello sviluppo di ulteriore capacità rinnovabile nei segmenti in cui è già presente (eolico e biomasse) nonché nel solare, nel bio-metano, nell’idroelettrico e nel geotermico.

Sorgenia proseguirà inoltre la sua strategia di crescita nel mercato dei clienti finali dove oggi fornisce energia e servizi a 400.000 tra imprese e famiglie italiane, con una leadership nell’utilizzo dei canali e delle tecnologie digitali.

Il completamento del closing perfeziona l’operazione annunciata a dicembre scorso con la quale, come esito di una gara tra diversi gruppi, F2i Sgr e Asterion Industrial Partners si sono aggiudicate l’acquisto della totalità del capitale di Sorgenia dalle banche creditrici, che ne detenevano le azioni. La totalità delle azioni Sorgenia sarà detenuta dal veicolo societario Zaffiro, partecipato al 72,4% da F2i Sgr e al 27,6% da Asterion.

Con il nuovo azionariato si apre un nuovo capitolo industriale per Sorgenia che nell’ultimo quinquennio ha saputo risanare la propria struttura finanziaria grazie ad un’ottima performance operativa.

 “Con questa acquisizione acceleriamo il rilancio industriale di Sorgenia, garantendone indipendenza e integrità, rafforzandola con una importante dotazione di rinnovabili e nuove capacità di finanziamento. Quella di Sorgenia è una storia esemplare in cui da una situazione di difficoltà, anche grazie al sostegno delle banche creditrici, si è creato un percorso di sviluppo in cui è stato mantenuto il controllo italiano di asset strategici. Sorgenia sarà leader nel processo di transizione energetica in Italia”, ha affermato Renato Ravanelli, Amministratore Delegato di F2i Sgr.

Jesus Olmos, partner fondatore e CEO di Asterion Industrial, ha così commentato l’operazione: “Siamo estremamente soddisfatti di questo investimento in assets di alta qualità, cruciali e strategici con una forte protezione rispetto alle dinamiche del mercato. Siamo entusiasti della strada che abbiamo davanti, dove lavoreremo con il nostro partner F2i e il management della società per creare una delle maggiori utilities in Italia, ben posizionata per guidare la transizione energetica del Paese, combinando la generazione termica flessibile con attività rinnovabili e un eccellente business di fornitura che utilizza strumenti digitali accanto a quelli tradizionali”.

Angelo Barbarulo e Gianfilippo Mancini saranno, rispettivamente, Presidente e Amministratore Delegato di Sorgenia SpA.